Il mio quarto digiquadro …

La mostra su Chagall, che vedemmo a Palazzo Reale a inizio anno, ci ha colpito per la fantasia e per i colori usati dall’artista. Ne ho voluto creare al PC, usando il mouse, un omaggio. Ho scelto l’opera “Sopra la città” del 1918: una poesia dipinta. “Tra sogno e memoria, un momento di magia” ho letto in una recensione …

Mi perdoni il grande Marc!!!

18 giugno 2015 F. Gentile - Omaggio a Chagall

Il mio terzo digiquadro …

Una foto di mia figlia, seminascosta da un grande cappello, misteriosa quanto mai … Colori sfumati e molto belli … Ho deciso di tentare un’altra prova e, col vecchio paint.net e mouse, mi sono regalato alcuni momenti di distrazione dal tran tran quotidiano. Il risultato, il mio terzo “digiquadro”, stampato e incorniciato, l’ho portato a casa sua, approfittando del suo viaggio di lavoro a Mosca: spero che, nel trovarlo, non le salti la … “mosca al naso”!

La misteriosa Lù ... 19 febbraio 2015

Il mio secondo “digiquadro” …

Mi è sempre piaciuto osservare i quadri del colombiano Fernando Botero: le immagini a forme grandi e colori quasi mai esaltati con giochi di luci e ombre che, come dice, ” sporcherebbero l’idea del colore che desidero trasmettere”. I suoi personaggi sono quasi sempre buffi al primo impatto, ma analizzandoli si nota che hanno messaggi più seri, quasi sempre lo sguardo spento, perso nel vuoto a conferma della dilatazione delle immagini sia fisiche che psicologiche … La sua attenzione è sempre rivolta a scene quotidiane con attenzione al tempo che passa oppure alle violenze che impauriscono e, come per i bambini fanno sembrare tutto enorme, tutto esagerato …

Ho scelto di riprodurre col mouse al PC questo “Sala da pranzo” del 2002 per addestrarmi a disegnare le varie dimensioni e qualche prospettiva, oltre alla difficoltà dei colori del programma di cui dispongo che non permette di miscelare le tinte: quando individuo il colore più vicino all’originale e lo inserisco, non posso fare giochi di pennello classici del dipingere e creare sfumature … Ma questo passatempo, che mi sta facendo abbassare un po’ la vista e aumentare i dolorini alla mano destra, mi attrae e mi aiuta ad essere sereno in quei momenti …

F. Gentile da "Sala da pranzo 2002" di Fernando Botero - 2o gennaio 2015